SERGIO LOMBARDO

Pop Art - gesti tipici









PRODUZIONE ARTISTICA

Cesare tacchi, pop art, piazza del popolo, schifano, fioroni, lombardo



La Galleria è interessata all’acquisto di opere di questo artista.

Consultare la disponibilità delle opere
qui

Se volete essere contattati qualora siano disponibili in futuro delle opere di questo autore inviateci i Vostri dati:

tramite una email specificando la vostra richiesta a:
galleriascarchilli@gmail.com

altrimenti utilizzando il modulo contatti del sito qui


TORNA ALL’ELENCO DEGLI ARTISTI



TORNA ALLA HOME



BIOGRAFIA



Inizia il percorso artistico giovanissimo, alla fine degli anni cinquanta, realizzando i suoi primi lavori Monocromi, tessere di carta incollate su tela e verniciate con stesure monocrome a smalto. Esordisce in mostra collettiva nel 1958 al "Premio Cinecittà" di Roma dove incontra Francesco Lo Savio, Mario Schifano, Renato Mambor, Cesare Tacchi e Tano Festa.
Nel 1961 Lombardo inizia a realizzare il ciclo di opere Gesti Tipici dipingendo dapprima in bianco e nero e successivamente a colori, in formato superiore a quello reale, alcuni dei più importanti personaggi politici dell'epoca evidenziandone i caratteri emblematici e suggestivi. Durante questo periodo artistico aderisce al gruppo della Scuola di Piazza del Popolo, movimento artistico al quale parteciparono artisti come Mario Schifano, Jannis Kounellis, Tano Festa, Franco Angeli, Renato Mambor, Cesare Tacchi, i quali si riunivano a Roma intorno al Caffé Rosati e alla galleria La Tartaruga di Plinio de Martiis. Nel 1963 espone alla Galleria La Tartaruga con Renato Mambor e Cesare Tacchi e nel 1964 partecipa alla collettiva "Otto giovani pittori romani".
Dalla metà degli anni sessanta realizza il ciclo dei Supercomponibili, che nel 1968 presenta alla galleria La Salita di Roma e al Salone Annunciata di Milano. Questi anni segnano una forte partecipazione all'estero in rassegne tematiche e collettive tra le quali nel 1967 al Museo Nazionale d'Arte Moderna di Tokio, nel 1968 al Jewish Museum di New York e nel 1969 al Centre Georges Pompidou di Parigi. Nel 1970 alla 35. Mostra Internazionale d'Arte, la Biennale di Venezia espone l'opera ambientale "Sfera con Sirena" composta da sette sfere che al minimo spostamento emettevano un suono di sirena
d'allarme.
Dagli anni ottanta Sergio Lombardo elabora la pittura Stocastica, procedure automatiche di creazione artistica. Espone in numerose mostre tra le quali la mostra personale nel 2004 alla Fondazione Mudima di Milano e nel 2011 alla collettiva "Capolavori italiani uno sguardo sul novecento" al Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto MART .